Alberto Canfora

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Ponte Cestio” di Alberto Canfora

 

L’accurato acquerello del Canfora lambisce e smussa la solidità dell’immagine donando ad un realismo la carica emotiva dell’impressione, che più si coglie nella dedizione all’elemento naturale: al verde vitale della terra e all’acqua. Sotto gli archi del ponte romano culla l’impressione l’artista, nel dondolante in ritorno della forma.

E il passaggio, in sinestesia, è palato di un assaporamento dell’istante in divenire, che scivola via fatto proprio, sulla pelle dell’uomo, del fiume.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica