Anna Divan

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Still life inside” di Anna Divan

 

Intensità e levità sposa la visione pittorica della Divan, con le dimensioni materica e spirituale. La sinestesia tattile della concentrazione lega alla percezione concreta e all’onirismo profondo dell’inconscio e al contempo la sfumatura dei colori eleva dalla transitorietà della mortificazione materiale alla trascendenza catartica della luce. Il mistero dell’infinità che ingravida la finitudine è nel potere umano di generatività, come propria conquista di vita eterna.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica