Antonio Larghi

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Sguardo verso il futuro” di Antonio Larghi

 

L’impatto fotografico del Larghi traccia, nella sintesi di crudo realismo e di attonita trasognatezza, l’umana presenza nella sostanza stessa del transito. È dimora esiliante il presente, mai in stasi:

l’uomo è alla distanza della sua figurazione lanciata. Differenza e misconoscimento sono a gettarsi nel luogo transizionale dell’immaginazione, che allontana l’aspra alterità del reale, che solleva dalla datità

alla configurazione narrativa, alla creazione di una possibilità futura di sé.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica