Catello Raffone (Gialissa)

Critica in semiotica estetica dell’Opera “La giostra sulle nuvole” di Catello Raffone

 

Irrappresentabile in stasi è la verità del Raffone: puro movimento e gioco, che poggia sulla parvenza mutevole delle forme in divenire d’espressione, perché saldissima ed insieme effimera base del lancio piacevole e roteante alla verità non siano che le opache, nembose e fuggevoli carezze dei sensi.

Eppure su queste l’essere si apre nella sinestesia di un suono inestinguibile, maggiore della somma di tutti

e sotteso al dire in ilare figura dell’istante.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica