Claudio Bonaccorsi

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Composizione eoliana” di Claudio Bonaccorsi

 

L’impressione luminosa del Bonaccorsi condensa in un angolo di scatto fotografico la vastità e l’intensità dei colori delle eolie. Il muro assorbe dell’essenza elementare acquea e aerea e due semplici e piccoli fiori accendono, come gemme preziose, la vividezza delle espressioni del sole e dei passi sulla sabbia

e sul fuoco effusivo del vulcano e del sentimento. Tale profondità d’apertura angolare dello sguardo vince ogni sbilanciamento e divario derivato e indotto dal rigore normativo del dover essere quotidiano e alimenta la complementarità nell’infinità di possibile, che dona la libertà dell’abbraccio essente

dell’uomo alla natura.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica