Daniele Porchera

Daniele Porchera, British Museum.jpg

Critica in semiotica estetica dell’Opera “British Museum” di Daniele Porchera

 

La fuga prospettica della fotografia del Porchera intreccia le geometrie della copertura apicale della Queen Elizabeth Great court, a metafora della visione umana che segue le panoramiche sovrastrutturali della conoscenza culturale etnoantropologica. Di questa divisione frammentaria, segnica, seconda e riflessa, l’artista tenta una curvatura di kìnesis della verità, quale evento irriflesso mai completamente circoscrivibile, ma sempre in figura, spezzata, mancante, lanciata per una continuità che sottenda alla differenza.