Emiliana Verrengia

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Nella luce” di Emiliana Verrengia

 

La grafica della Verrengia vive della verticalità della luce, come fiamma di una candela la donna si eleva attraverso un viaggio alchemico: dalla nigredo della reintegrazione al caos, al movimento evolutivo ed esistenziale al bianco dell’albedo, alla citrinitas della resurrezione solare, della rivelazione cosciente, perché il dolore divenga il luogo della vitale volontà stessa, della rubedo, della forza di realizzazione. È un nimbo di cauda pavonis l’oro filosofale: la saggezza e la spiritualità dello sguardo che possiede il senso di verità universale, che supera, abbraccia, ricompone ogni punto di vista.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica