Enrica Tais

Enrica Tais, Lungo il canale.jpg

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Lungo il canale” di Enrica Tais

 

L’impressione fotografica della Tais avelle dallo scorrere temporale una veduta della petite Venice francese (Colmar) e la intaglia fra le decorazioni lignee dei graticci e delle imbarcazioni nella luminosità di una fiaba a cartoon dai colori pastello. L’ulteriore mise en abîme del riflesso delle case sull’acqua è ancora una storia nella storia, che eleva a potenza l’abbraccio sognante, ad eternare il profondare echeggiante di una realtà nell’abisso del sentimento.