Franca Giuseppa Di Giacomo

Critica in semiotica estetica dell’Opera “La trasformazione dell’Eden” di Franca Giuseppa Di Giacomo

 

Il tratto nitido e deciso della Di Giacomo afferma della transformazione, dell’azione che supera i limiti monadici della forma, la forza positiva che evolve, dalla latenza limbica di una meta, alla scelta protagonistica di un inizio; è sviluppo dell’avviluppo, è apertura delle chiavi della volontà, non certamente priva di dolore e di distacco, tuttavia in aperta conquista dello spazio e dell’ulteriorità.

L’artista crede alla possibilità aristotelica sempre realizzabile che l’urgere della potenza si volga nell’atto, che la materia dell’oltre divenga epifanica delle modalità dell’essere che si esprime nel mondo.

È la fiducia nella categoria inalienabile del possibile, come magmaticità diveniente che abita e sottende

il volo succedaneo della parvenza.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica