Laura Piacentini

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Tres mujeres” di Laura Piacentini

 

Il decoupage pittorico della Piacentini interroga e reinterpreta la triade femminile della mitologia classica, Le Tre Grazie, ponte fra il cielo e la terra, recanti l’armonia dell’arte, che sublima l’animo dell’uomo. L’artista veste la splendente Aglaia, la gaia Eufròsine, e la germogliante Talìa, con il linguaggio qualitativo della natura animale e floreale, ad offrire la borgesiana scrittura del Dio nella configurazione delle macchie, per un istante di luce, per “uno stesso suono o una stessa parola” di grazia umana, attributo della deità.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica