Lorenzo Di Marino

Lorenzo Di Marino, L'abbraccio del mondo.jpg

Critica in semiotica estetica dell’Opera “L'abbraccio del mondo” di Lorenzo Di Marino

 

È fusionale la forma allo sfondo del Di Marino, poiché l’abbraccio filiale al materno supera e solve i confini e le definizioni identitarie, per un’appartenenza essente dell’uno all’altra e alla natura, quale grembo primo di ogni forma del vivere. Così anche terra, acqua, aria e fuoco si mescono oltre la forma in proiezione, all’essenza amante di un’unica, indistinta, forza del sentire.