Manuel Petruzio

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Paesaggio interiore” di Manuel Petruzio

 

Sensibilmente il Petruzio esprime la solitudine gravitazionale del pensiero, una sospensione in epoché sul mondo della vita, per un mondo lunare, glaciale casa della coscienza, fatto di lontananza, di morte della continuità, in roccaforti concentriche e monadiche di latenza del desiderio. Unica vita e alimento è il ventre dei sentire, acqua che lambisce dolcemente e lentamente scioglie alla rinnovata appartenenza al tutto le coste rocciose del petto e della visione delle cose.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica