Marina Muzzi (Mamian)

Marina Muzzi (Mamian), Tempo sospeso.jpg

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Tempo sospeso” di Marina Muzzi (Mamian)

 

Il raccoglimento pittorico della Muzzi, in arte Mamian, cerca la sospensione del flusso lineare in fuga, quotidiana e depauperante, del tempo cronologico, per un tempo di senso tutto interiore e concentrico. È un tempo di ritorno, a sollevare la dimensione caduca delle cose a morire, per la volontà di coglierne aurea l’essenza incorruttibile, nell’alchimia distillante dell’immagine, che opera nell’athanor della mente.