Paola Guarnaccia

Epigramma

Lenta la vita lenta

d’un tratto finisce

Ancora temo la gioia

Che tutto denuda

Mi copro degli stracci

Con cui il dolore

Mi lascia giocare.

Critica in semiotica estetica della Poesia “Epigramma” di Paola Guarnaccia

 

Breve, ironica e mordace, la parola della Guarnaccia è immagine che ferma e pone in mostra il movimento dolente della parvenza segnica dell’uomo, al ritmo lento, letteralmente molle e cedevole, che connaturatamente anela e al contempo teme l’unità spoglia dell’essere. Così arrende a un’interezza straccia, a un gramo brano ultimo, brandello in divenire che vive un tempo d’illusione.