Pasquale Palladino

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Autunno” di Pasquale Palladino

 

L’olio immediato ed istintivo del Palladino cattura l’istante emotivo di sospensione temporale di un cammino solitario, lungo la dialettica di essere e divenire, di permanenza e impermanenza, di statuario e di caduco. La maturità della vita volge consapevole alla nuda essenzialità delle cose e così si cura di raccogliere il senso e il valore dei giorni trascorsi e d’effimera fugacia della foglia autunnale. Ripone i giorni nelle figure dell’arte: nei vasi eterni della memoria.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica