Patrizia Villani

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Oltre il mistero cosmico” di Patrizia Villani

 

Il movimento centripeto interiore degli acrilici della Villani è assorbimento del mondo esterno in emozione inconscia. La definizione delle forme si scioglie, oltre la chiusura, nella totalità aperta e unica della percezione della continuità dei corpi nella costituzione elementare, d’acqua, d’aria, di terra e di fuoco: lì, ove l’uomo si riconosce e ritorna, con il cuore intersecato al sole, alla sua genesi naturale.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica