Pieraldo Mercuri

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Disturbo?” di Pieraldo Mercuri

 

La sapienza ironica dell’architettura artistica del Mercuri si domanda relativamente alla natura del disturbamento: come la percezione umana del movimento sia apparenza di disordine, vissuta nella corrispondenza del turbamento emotivo e quanto la stasi riveli la realtà dell’essenza ordinata delle cose,

la dimensione armonica dello spazio e delle relazioni. Lo stimolo che sconvolge e distoglie dalla visione usuale è preziosa occasione del ristabilirsi di un rinnovato ordine maggiore, che approssima alla verità.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica