Sante Serra

Bus linea 37

Ti ho rivista

fra studenti annoiati

e borse della spesa.

Occhi contro occhi

sorriso contro sorriso.

Alla prima fermata

sei scesa. È salito il nulla,

senza spingere.

Critica in semiotica estetica della Poesia “Bus linea 37” di Sante Serra

 

La potenza sinestesica del frammento poetico del Serra crea, da un moto uniforme e inerziale di reiterazione quotidiana, l’istante di sincronia sintonica, sinfonia di un sentimento, che proietta nell’ambiente acceso dall’oggetto d’amore la gaudente propriocezione estesa di sé. È così che da questo traboccante investimento psicoaffettivo del luogo, l’improvvisa assenza dell’amata ingenera una vacuità dalla valenza interiore, che disarmante abita da dentro, trovandosi ad aver già superato l’ingresso senza fatica, senza l’urto di un fisico confine di difesa.

© 2018 by Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea

created by Antonino Bumbica