Sara Pierallini

Sara Pierallini, Trama.jpg

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Trama” di Sara Pierallini

 

Lo sguardo fotografico minimalista della Pierallini coglie la trama della speranza di vita che l’uomo tesse finanche sull’ordito sterile del cemento. Il trascorso e perduto sempre riaffiora alla sinestesia dei sensi, presente in un respiro di trama, che letteralmente passa al di là, nella dimensione altra, di tramite ed ulteriore del passo per la spola del filo della vicenda: è un viaggio avanti e indietro per il senso, il tessuto illacerabile che intreccia l’unità della totalità del vivere, nonostante le avversità.