Sybille Stempel

Sybille Stempel, Sogno con uccello III.jpg

Critica in semiotica estetica dell’Opera “Sogno con uccello III” di Sybille Stempel

 

L’onirismo pittorico della Stempel è proiezione avulsa dallo spazio e dal tempo in un luogo tutto interiore, minimale e simbolico. È la ricerca del sostrato instante e irriflesso dell’inconscio, alla nigredo in nero della disgregazione della forma e dell’indistinzione della materia essente, che comporta la perdita della luce, del giallo della scelta, della levità aerea e cognitiva dell’epoché di coscienza. La cecità sapienziale corrisponde a un potenziamento tattile in sinestesia sensoriale, in un movimento di descensus, che interrompe al luogo intatto dell’inconoscibile.

Criticism in semiotic aesthetic method of the artwork "Dream with a bird III" by Sybille Stempel

 

Stempel's pictorial oneirism is a projection liberated from space and time into an entirely interior, minimal and symbolic place. It is the quest for the instant and unreflective substratum of the unconscious, into the black nigredo of both the disintegration of form and the indistinction of the being substance. This involves the loss of light, the yellow of choice, of the ethereal and cognitive lightness of the epoché of consciousness.  Wise blindness corresponds to a tactile intensification in sensorial synesthesia, in a movement of descensus, that interrupts at the intact place of the unknowable.

Prof. Tony Brophy’s translation